Fili [ovvero riabilitarsi il passato]

‘… ed io troppo giovane e testardo … io ero gia li, a ancora distante …e tornano in mente cose di tanti anni fa… ti sembrera` niente pero` vuol dire che qualcosa ci sta ‘.

E poi capita così, sembra strano. Invece è il gesto che serviva. Con due anni di ritardo. Seduti ancora in quel caffè. Parole dure, ma sincere, scuse tardive, ma apprezzate. Qualche ricordo ‘e quel Ferragosto, io, te e mia nonna’ e quelle condoglianze sincere e tenere, perchè sincera era la tua tenerezza nei suoi confronti.

Forse il tempo ha raffreddato anche il rancore. E io,che mi faccio umile, chiedo scusa, accetto critiche e non giustifico gli errori, mi sento uomo. Cercando di riabilitare il passato. Non gettando via momenti, che, forse solo ora, capisco intensi, sinceri, belli, come mi sfuggivano allora, rapito dalla vita.

E tu sei lì, come sempre più saggio di me. Come sempre più deciso di me. Come sempre pronto ad ascoltare, più di me.

E un altro filo, lentamente, spero, si possa ricomporre. E il percorso si compie da solo. Non involontariamente. Stavolta.

Fili che ho bisogno di riallacciare.

E così, i riccioli biondi della mia ragazza dell’adolescenza, ritrovano la gioia di tanti anni fa. E sarà bello farle conoscere la mia vita ora, essere nuovi e sempre uguali, spalla l’uno dell’altra nei momenti importanti.

E così il ragazzo che ha avuto l’onore e l’onere di essere il primo amore, diventa amico fidato e silenzioso, a volte, specchio sincero e implacabile, altre. Adesso che siamo diventati giovani uomini è bello ricordare il passato in cui siamo cresciuti insieme e immaginare il domani di amicizia che ci aspetta.

E così il ragazzo che avevi sottovalutato, a cui, solo oggi, hai trovato il coraggio di chiedere perdono, riabilita un passato che macchiava la mia crescita, la mia consapevolezza.

Non tutto è facile riabilitare, forse lo si può fare, lentamente, quando da passato diviene realmente storia. Quando ogni legame è chiuso e si è pronti per riaprirne di nuovi. Forse non tutto si può riabilitare, perchè non è solo il tempo che ricuce gli strappi e richiude le ferite. Forse resteranno nell’ombra amici, amori, colleghi ché troppo hanno osato e troppo hanno rovinato, ma non è sano concentrarsi sulle perdite. 

Semplicemente, forse, non tutti i fili sarà possibile ricucire.

Annunci