Non si vive di sola NON SFIDUCIA [ovvero Fu davvero vittoria di Pirro?]

Vittoria di Pirro? Chissà. Il voto di ieri alla Camera ha sfiduciato gli italiani, probabilmente, più di quanto abbia dato NON SFIDUCIA a questo Governo. Cittadine e cittadini di questo Paese hanno visto una città bloccata da manifestazioni e scontri che rispondeva a una NON SFIDUCIA al Governo, formata da persone che non credono in un progetto (e probabilmente nemmeno al capo), ma che hanno mutui da pagare, interessi personali da promuovere (più omeopatia e agopuntura per tutti!) o che cercano semplicemente la garanzia di una nuova elezione parlamentare (abbastanza sicura, visto che quel B. lì, poi, le campagne elettorali le sa fare bene!).

Se tanto mi dà tanto, ieri non solo ha perso l’opposizione al Governo Berlusconi, ma si è regalato un bell’incremento al partito dell’astensione ( a discapito del centro-sinistra, nelle sue multiformi agglomerazioni: formato da persone esigenti, stanche, disilluse).

 

Ma ancor peggio, si è ancora scoraggiato, bloccato, delegittimato il Parlamento. Lo si è delegittimato prima, quando si è sospesa l’attività parlamentare, non per restituire un clima sereno, ma perchè, la costruzione della NON SFIDUCIA, andava costruita altrove, in maniera subdola, non democratica, non basata sulla dialettica parlamentare (come osserva bene Stefano Rodotà –

La chiusura del Parlamento, evento davvero senza precedenti nella storia della Repubblica, ne ha rappresentato il terribile simbolo e, insieme, la condizione necessaria perché altre procedure, altri riti, altri luoghi potessero prenderne il posto. Doveva tacere il Parlamento non perché potessero tacere le passioni, e si potesse così giungere con giusto distacco e adeguata meditazione a una giornata nella quale si concentrano le molte ragioni che ci hanno progressivamente portato ad una vera crisi del sistema politico.

No. Quel silenzio era necessario perché l’unica forma di persuasione legittima in democrazia, quella che nasce dall’apertae pubblica discussione parlamentare, venisse sostituita da un’altra forma di “persuasione”, quella affidata a reclutatori, a cacciatori di voti che si muovono senza inibizioni o pudori sulla scena pubblica, menando anzi vanto d’ogni nuovo scalpo conquistato.- Repubblica 14 dicembre).

 

Lo si delegittimerà ora, attraverso l’inevitabile paralisi.

Perchè non di sola NON Sfiducia vivono le istituzioni. Il Parlamento è formato da commissioni che discutono, legiferano, preparano i testi e le contro-tesi alle leggi e alle riforme.

E proprio questi luoghi saranno paralizzati nei prossimi mesi.

Fatti salvi i due schieramenti così coem espressi ieri: Sfiducia (PD, IDV, FLI,API, UDC, MPA, LIberal-dem, + qualche altro) Versus Non Sfiducia (Lega, PDL, più transfughi vari come Nucara, Noi Sud, i 3 moschettieri…) la situazione nelle commissioni rasenta il grottesco.

 

Calcolando solo quelle stabili, alla Camera dei deputati, la maggioranza (con uno o due voti) ‘tiene’ 7 commissioni su 14- 2 commissioni sono, conti alla mano e bocce ferme, in una situazione di ‘parità-stallo’, 5 sono in mano alla compagine ‘Sfiducia’…

 

Ecco, ancora una volta, dov’è il logoramento, nell’immobilità delle istituzioni, nel blocco del Paese, nella capacità di Berlusconi di stuprare la vita democratica e riuscire a sparigliare anche l’opposizione.

Siamo, infatti, sicuri che non ci saranno altre sorprese proprio nel lavoro delle commissioni? Che i gruppi misti che si sentono liberi voteranno compatti rispetto alle divisioni di ieri? Calcolando, ad esempio, un API che ha votato buona parte della riforma Gelmini?

 

Quella costruita da Berlusconi può dunque definirsi una vittoria di Pirro a tutti gli effetti? Un Paese con le istituzioni bloccate a chi giova, se non a chi deve ricostruire quel sentimento di anti-politica, quell’esigenza di un uomo forte al comando che ha portato l’epopea berlusconiana? E lui stesso, dopo quattro governi, come può ricostruirsi quell’immagine di uomo nuovo, uomo del fare, uomo attaccato dall’opposizione non sulle idee, ma sulla persona, se non bloccando ogni decisione e facendo ricadere la colpa sulla instabilità e sulla lacerazione di chi gli è contro?

 

Nota LGBTQI – Ancora una volta possiamo ben attendere e vedere vanificato il lavoro fin qui svolto. La commissione Giustizia, dove risiedono le proposte di legge contro l’omofobia, è tra quelle salde del popolo della NON Sfiducia, cui si aggiungerà l’UDC (ammesso e non concesso che PD, IDV, Liberal democratici e, soprattutto, FLI votassero a favore…)

 

Riepilogo Commissioni permanenti della Camera Gruppo – numero membri):

– I- Affari costituzionali

FLI- 3, IDV – 3, PD -15, UDC – 3, (MISTO 2 API)

MISTO – 1 MINORANZE LINGUISTICHE

PDL- 17

LEGA – 4

 

-II- Giustizia

FLI – 3, IDV – 2, (MISTO 1-LIBDEM), PD – 15, UDC – 3,

PDL – 17, LEGA – 5, (MISTO :NOI SUD – 2)

 

-III – Affari Esteri

FLI – 2, IDV – 2, (MISTO: 1 API, 1 LA MALFA), PD – 15, UDC 3

PDL – 18, LEGA – 4

 

-IV- Difesa

FLI – 3, IDV – 1, (MISTO 1MPA, 1 LIBDEM), PD 15, UDC – 2

PDL – 17, LEGA – 4, (MISTO 1 NOISUD)

 

– V – Bilancio, tesoro e programamzione

FLI – 3, IDV – 2, (MISTO: 1 MPA, 1 API(TABACCI) ), PD – 15, UDC – 2

PDL – 17, LEGA – 5, (MISTO: 1 BRUNO CESARIO (moschettiere)

 

– VI – Finanze

FLI – 3, IDV -2, PD – 14, UDC – 2

PDL – 17, LEGA – 4, (MISTO 2 NOISUD)

 

– VII- Cultura, scuola

FLI – 2, IDV – 1, PD – 15, UDC – 3, (MISTO 1 MPA,1  GIULIETTI)

PDL – 17, LEGA – 4, (MISTO: 1 NOISUD)

 

– VIII Ambiente e territorio

FLI – 2, IDV – 1, (MISTO: 1 MPA), PD -15, UDC – 3

PDL – 17, LEGA – 4, (MISTO NUCARA, SCILIPOTI)

 

– IX Trasporti, poste e telcomunicazioni

FLI – 3, IDV -1, PD 14, UDC 2

PDL – 16, LEGA – 4 (MISTO: PIONATI, quello del tacchino…)

MISTO : 1 MIN.LINGUISTICHE

 

– X Attività produttive, commercio, turismo

FLI – 1, IDV – 2, PD – 15, UDC – 3

PDL – 17, LEGA – 4, (MISTO 1 NOI SUD, 1 POLIDORI)

MISTO: 1 MIN.LING

 

– XI Lavoro Pubblico e Privato

FLI – 2 (con Moffa), IDV – 2, (MISTO 1 API, 1 MPA) PD 15 UDC 2

PDL – 17, LEGA – 4

 

– XII Affari sociali

FLI – 2, IDV – 2, (MISTO 1 API), PD – 14, UDC – 3

PDL – 17, LEGA – 4 (MISTO: 1 NOISUD)

 

-XIII Agricoltura

FLI – 3, IDV – 2, PD 14, UDC – 2

PDL – 15, LEGA – 4 (MISTO 2 NOI SUD, 1 CALEARO)

 

– XIV Politiche dell’Unione Europea

FLI -2, IDV – 1, PD – 15, UDC – 2

PDL – 16, LEGA – 4, (MISTO 1 NOISUD, 1 RAZI (con rate mutuo al seguito))

Misto: 1 GUZZANTI

 

Annunci