Forse ci siamo capiti male [ovvero che riforma la riforma elettorale?]

Forse ci siamo capiti male. Ammesso che siano solo indiscrezioni, ammesso che come dice Giannini potrebbe essere tutto un ‘nonmovimento’, possibile che il vertice ABC abbia davvero capito così male i segnali che ormai arrivano inequivocabili a ogni occasione( elettorale, referendaria, primaria…).
Bisogna che qualcuno spieghi loro che quando chiedevamo di non guardare alle alleanze, intendevamo di riuscire a trovare e proporre programmi innovativi, funzionali e realmente riformisti, non che doveva cadere l’obbligo di indicare la coalizione per poi fare l’inciucio a urne chiuse.
Quando dicevamo che vogliamo tornare a scegliere i nostri rappresentanti,intendevamo reintrodurre la preferenza e spingerci sempre più verso maggioritario e uninominale, non lasciare spazio a un non meglio precisato sistema che, superando il porcellum, sembra abbia solo l’intento di uccidere definitivamente le primarie.
Chiedendo la semplificazione del quadro politico, eravamo sì favorevoli allo sbarramento, ma poi perchè si introduce il diritto di tribuna? e poi, con quali limiti e pesi? Diritto di voto? Non è un dettaglio di poco se ricordiamo le accuse reciproche di illegittimità tra una maggioranza e una opposizione che si differenziavano di 3-4 voti.

Insomma ci sembra che quando siamo andati in piazza e a firmare per i referendum, quando abbiamo gridato che vogliamo abolire il porcellum, quando continuiamo a chiedere una politica meno a portata di casta e più di cittadino, forse ci siamo spiegati male.
Forse quando qualcuno si perde e fa crescere il partito più forte in Italia che è quello degli indecisi-indignati-futuri astenuti, ci si spiega male se quello che si delinea come soluzione è una riforma che non riforma nulla, cucita addosso agli attuali partiti e che potrebbe essere digerita solo dai fedelissimi iscritti e militanti degli attuali partiti.

[Sì, che poi forse ci siamo capiti male anche noi all’interno del PD se in direzioni e assemblee nazionali varie votiamo una bozza di riforma elettorale e raggiungiamo un accordo che pare arrivato da un altro pianeta…]

Annunci